Biotrituratore o Biocippatore?

Molto spesso si parla di biotrituratore inteso come la macchina che serve per sminuzzare gli scarti vegetali ottenuti dalla potatura delle piante.

compostQuesta procedura però a seconda del materiale di partenza e della macchina che si sta usando, genera prodotti diversi tra di loro, con usi altrettando differenti.

Se il materiale di partenza è costituito essenzialmente da potature di aree verdi, il biotrituratore ne diminuisce il volume per ottenere ottimo compost da utilizzare come concime.

Se invece si usa il biotrituratore per sminuzzare legname pressocchè privo di foglie e materiale verde, si otterrà il cippato, ovvero scaglie di legno utili come combustibile, ad esempio per caldaie. Cippato

Dal cippato è inoltre possibile ottenere pellet, grazie alla pellettatrice in grado di compattare il cippato.

La maggior parte dei biotrituratori svolgono entrambe le funzioni, in quanto è possibile introdurvi all’interno sia materiale verde che legname, ed il criterio di scelta al momento dell’acquisto dipende da:

  • tipologia di funzionamento: elettrico, a scoppio, con attacco cardano
  • sistema di taglio: coltelli (che tagliano per ottenere scaglie) o martelli (che triturano la biomassa per ottenere un composto idoneo al compostaggio)
  • diametro di taglio: ovvero la dimensione massima del diametro del tronco che può essere inserito nella macchina
  • potenza

 

Esistono in ogni caso macchine specifiche per una delle due funzioni, come ad esempio il Cippatore Axo, dedito alla creazione del solo cippato.

Se ci si vuole affidare al MADE IN ITALY con motore HONDA troviamo il marchio Agrinova, con un sistema combinato di coltelli e martelli.